Porri che portento: ottimi nei fagottini di ceci
20 dic 2018

Porri che portento: ottimi nei fagottini di ceci

I porri, vegetali dalle incredibili qualità, fanno parte della stessa famiglia di aglio e cipolla, di cui condividono alcuno interessanti caratteristiche, tra cui l’alto contenuto di kaempferolo (sostanza antinfiammatoria, con azione sistemica), quercitina (sostanza con qualità antiossidanti e antiallergiche), oltre che consistenti quantità di vitamine e sali minerali.

Il porro è particolarmente apprezzato da chi, per cause legate a reazioni di infiammazione da cibo, deve stare attento al contenuto di nichel nelle pietanze: con un sapore e delle qualità sia nutrizionali che di gusto molto simili a quelle della cipolla, il porro contiene quantità di nichel inferiori.

Particolarmente interessanti sono poi il contenuto di manganese, vitamina B6, rame, ferro, folati e vitamina C: si tratta di ottimi compagni d’inverno e possono essere di supporto nel modulare la funzionalità del sistema immunitario contro le aggressioni esterne.

I porri possono essere mangiati sia crudi che cotti, sono, ad esempio, ottimi ingredienti per primi piatti, torte salate e contorni. Il loro gusto importante rende più facile anche la riduzione dell’apporto di sale alimentare, particolarmente utile in chi stia cercando di controllare la pressione arteriosa.
Attenzione solo a chi tende a sviluppare calcoli di ossalato: si tratta di un’altra sostanza che i porri contengono in abbondanza.

Un abbinamento insolito? Provali in un risotto con mele e nocciole tostate.
Oppure per un ottimo antipasto, come ripieno di crespelle di ceci

INGREDIENTI

120 gr. di farina di ceci
1 cucchiaio di olio di oliva
sale e pepe
270 ml di acqua
olio di semi

PROCEDIMENTO

Mettete la farina di ceci in una ciotola. Mettete al centro sale, pepe e olio, quindi iniziate ad aggiungere l’acqua, lavorando nel frattempo con una frusta. Otterrete una pastella abbastanza liquida da far riposare almeno 30′, quindi scaldare una padella adatta e creare le crespelle.
A parte stufare i porri con sale, olio e pepe fino a renderli morbidi. Passare, poi, alla crema di noci macinando 120 g di noci pesate sgusciate con 70 ml di latte di soia (non dolce!), 1 spicchio di aglio, sale e pepe q.b. e 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Infine, farcire le crespelle con i porri e adagiare su un letto di crema di noci.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.